INTERIOR DESIGN – DISCORSO

Come sarà la prossima Design Week?

Sarà più spenta perché inizieremo a percepire le problematiche della globalizzazione che mai avevamo considerato?

Immagino un’espansione del fenomeno dell’house interior design con una maggiore povertà però nell’espressione dei contenuti.

LInterior Design, essendo una disciplina con una storia legata agli stili architettonici, ha sempre subito l’influenza delle culture dell’abitare del mondo. Gli architetti hanno
governato l’ interior design,  con molto rigore, legando la disciplina agli stili vigenti.

Mentre i Décorateurs e il fenomeno degli show room di tendenza, oggi definiti negozi di life style, sono legati all’effimero, al gusto del momento scandito dai trends, dettati dalla
moda.

Difatti il fashion design ha esteso la sua rete, attraverso la forza economica del brand: dall’abito, oggi fuori moda, all’house interior design, fino ai life style shop.

L’Interior Design genera per la moda un rinnovamento perché carico di possibili nuove combinazioni di suppellettili, che permettono allo stilismo di estendere i suoi confini e
presidiare commercialmente nuovi territori, aree di appartenenza fino ad oggi, ad élite intellettuali presidiate da studi di architettura e designers.

L’attitudine della moda a cavalcare le tendenze ed a concepire il progetto come effimero ci renderà spettatori passivi agli eventi del fuorisalone 2021,
anziché visitatori attivi e critici dei progetti degli studi di design milanesi.

Il brand dominante, deve richiamare attenzione per vendere.

Essendo i brands del fashion, commercialmente molto forti, assisteremo al triste fenomeno dell’acquisizione,
attraverso pratiche bulimiche ed alla progressiva sparizione della piccola rete di intellettuali del progetto di house interior design milanese.

Il fenomeno costituito da piccole aggregazioni di Interiors design studio, che hanno reso Milano, una delle capitali internazionali dell’Interiors design, verrà trasformato
in fenomeno allargato di visual design di massa, presentato dai vari stilisti nei propri show room. Tutto diviene moda, nella capitale della moda mondiale.