Ci sono alcuni linguaggi universali: il foot-ball, la matematica, l’arte, la natura. Proprio da quest’ultima deriva lo scintoismo italico che ispira la vita di Anna Gili. Per questo il colpo di fulmine fra lei e il Giappone è stato reciproco e immediato.

Anche questa collezione di vasi in vetro soffiato è frutto di un’ispirazione nata nel bosco. Sdraiata per terra, gli alberi sono diventati vasi; i rami nasi; il legno vetro; l’insieme volti; i volti maschere. Maschere africane, maschere della Commedia dell’Arte. Le facce del continente nero sono sdramatizzate dallo humor veneto. 

Abbiamo così un dottor Balanzone della Costa d’Avorio e un Pantalone del Camerun, non mancano Arlecchino e Brighella che da Bergamo, sono finiti in Nigeria e Gabon.

Se alchimia è anche trovar l’oro, l’oro d’Italia è anche l’antica capacità artigiana, immutata da Medioevo ad oggi. Anna Gili  quest’oro l’ha trovato nei maestri della Compagnia Vetraria Muranese.

Jean Blanchaert

Ci sono alcuni linguaggi universali: il foot-ball, la matematica, l’arte, la natura. Proprio da quest’ultima deriva lo scintoismo italico che ispira la vita di Anna Gili. Per questo il colpo di fulmine fra lei e il Giappone è stato reciproco e immediato.

Anche questa collezione di vasi in vetro soffiato è frutto di un’ispirazione nata nel bosco. Sdraiata per terra, gli alberi sono diventati vasi; i rami nasi; il legno vetro; l’insieme volti; i volti maschere. Maschere africane, maschere della Commedia dell’Arte. Le facce del continente nero sono sdramatizzate dallo humor veneto. 

Abbiamo così un dottor Balanzone della Costa d’Avorio e un Pantalone del Camerun, non mancano Arlecchino e Brighella che da Bergamo, sono finiti in Nigeria e Gabon.

Se alchimia è anche trovar l’oro, l’oro d’Italia è anche l’antica capacità artigiana, immutata da Medioevo ad oggi. Anna Gili  quest’oro l’ha trovato nei maestri della Compagnia Vetraria Muranese.

Jean Blanchaert