Anna Gili racconta il design

Design è una parola complessa che va letta in maniera trasversale.
È una parola che accorpa molte professioni parallele.

  • Interior designer
  • Product Designer
  • Light designer
  • Graphic designer

E molte altre...
Personalmente, preferisco il termine in italiano: “disegno industriale”.
È meno trendy dell’inglese ma, usare questo termine in italiano, aiuta a comprendere che per governare questa disciplina bisogna essere strutturati e avere una cultura molto vasta e articolata. Il disegno industriale italiano nasce con Leonardo da Vinci. Gli Atelier Rinascimentali sapevano gestire qualsivoglia tipo di disegno, inteso quale progetto per: pittura, affreschi, sculture, manufatti realizzati da laboratori artigiani. In quanto “Arte applicata all’industria", il design implica elevati livelli di professionalità e, oltre a solide basi culturali, molta esperienza. E poi un certo piacere che viene anche dall’esercizio dal confronto con le diverse categorie di oggetti e del loro rapporto con lo spazio.

Gli stili dominanti e le mode nel mondo del design mi interessano poco perché nel primo caso nascono per essere superati e nel secondo durano ancora meno, e seguirle vuol dire rinunciare al proprio pensiero. Trovo interessante l’attenzione sui diversi linguaggi interculturali e sulla loro evoluzione.
Il mio modo di progettare riflette una passione antica ereditata dai miei antenati e dal rapporto con il paesaggio umbro. Gli oggetti che ci circondano non sono neutri e impersonali, ma partecipano alla vita, sono interattivi, mantengono i legami con il nostro immaginario più profondo, e riflettono  anche le differenti culture dei luoghi del mondo.

 
 
 
Abitare il tempo
Visita la sezione dedicata alla 25° edizione della rassegna Abitare il tempo, che ospiterà la mostra personale dello studio Anna Gili Anna Gili's WonderLoft.
Works
Visita la sezione Works dedicata agli oggetti di design realizzati dallo studio Anna Gili: una produzione artistica di ispirazioni diverse, che spazia dai gioielli ai mobili...
 
Interior Design: The Wonderloft
Visita la sezione Wonderloft. "L'edificio da ristrutturare all'interno del quale scelsi lo spazio che divenne il mio loft era molto ampio con dei muri alti 8 metri..."